Comunità Pastorale Santi Apostoli
Parrocchia San Pietro
Fiaccolate di San Pietro



le Fiaccolate
San Pietro all'Olmo

Nei riquadri sottostanti vi sono solo numeri e percorsi, però la storia delle nostre fiaccolate non è solo numeri, città e paesi. È "stare insieme", è calore, quel calore che il passaggio della nostra fiaccola e le soste del nostro gruppo suscitano sempre; e diciamo "gruppo" perché le nostre fiaccolate non sono solo "tedofori", ma tutta una serie di collaboratori, organizzatori, fiancheggiatori. Insomma: un oratorio, una comunità.
  2016 - 20ª edizione
Dal Sacro Monte di Varallo (VC) - km 141 con 72 tedofori - Una Basilica, stazione terminale di un percorso di quarantacinque cappelle affrescate e popolate da oltre ottocento statue di terracotta policroma a grandezza naturale. Discesa verso Varallo paese, la nostra fiaccola ha proseguito per Pianezza, Ventraggia, Pella per fare tappa al Santuario della Madonna del Sasso, poi via per Gozzano, Borgomanero e Maggiora per una nuova tappa al Santuario del SS. Crocifisso di Boca e infine sosta per la cena della "truppa" presso l'oratorio della Beata Vergine Assunta di Fontaneto. Poi via per Oleggio, Castano Primo, Busto Garolfo e Rho prima di arrivare a casa, a San Pietro.
[filmato]   [foto]   [volantino]

2015 - 19ª edizione
Dal Santuario Grotta N.S. di Lourdes a Coazze (TO) - km 176 con 71 tedofori - Una riproduzione (stilizzata) della grotta di Massabielle fu voluta da un sacerdote guarito dalla TBC dopo un pellegrinaggio a Lourdes; la nostra fiaccola è stata accesa lì, poi ha attraversato Giaveno e Avigliana, con sosta a Torino (Arsenale Serming), salita a Superga (visita alla Basilica), poi verso Chivasso (con sosta alla chiesa di San Giuseppe), tappa a Castel'Apertole, poi Vercelli, Borgo Vercelli, Novara e nuova sosta a Magenta (all'oratorio della Basilica San Martino); conclusione in chiesa parrocchiale per la Santa Messa celebrata da don Emiliano con don Fabio, don Giuliano e don Davide. Presenti le suore che entravano a far parte della Comunità Pastorale. La celebrazione era caratterizzata dal saluto a Don Emiliano, trasferito a Magenta.
[volantino]
 

  2014 - 18ª edizione
Dal Santuario Madonna di Crea a Serralunga di Crea (AL) - km 165 con 62 tedofori - Lungo una delle più alte colline del Monferrato si snoda il "Sacro Monte di Crea" (patrimonio Unesco) che culmina con il santuario mariano, da dove la nostra fiaccola è scesa lungo le stupende colline attraverso Cereseto, Ottiglio per arrivare a Vignale Monferrato (prima sosta), poi in direzione di Valenza attraverso Mirabello Monferrato con seconda sosta all'oratorio in Valenza. Via di nuovo verso Castelnuovo Scrivia per la cena in oratorio, poi la fiaccola ha proseguito attraverso Dorno, Casorate Primo, Gaggiano e Cusago (sosta per la colazione). Da Cusago verso Cornaredo, con sosta per saluto a don Fabio e dopo la tradizionale visita al cimitero la fiaccola è arrivata nella chiesa a San Pietro.
[volantino]   [filmato]

2013 - 17ª edizione
Dal Santuario Madonna di Montecastello (BS) - km 205 con 62 tedofori - In posizione panoramica sul Lago di garda, il santuario si raggiunge con una ripida strada costeggiata dalle cappelle che illustrano i Misteri del Rosario. La nostra fiaccola ne è discesa fino al lago, per costeggiare poi il lago di Valvestino fino a Molino di Bollone (prima sosta) e a Casto Piazza (seconda sosta), poi via fino all'oratorio di Iseo, nelle immediate vicinanze dell'omonimo lago, per la cena della "truppa". Nuova partenza, per Ghisalba, sosta a Gessate, e poi all'oratorio di Cascina del Sole, dal "nostro" don Vittorio, per la colazione; dopo l'attraversamento di Rho  arrivo in chiesa parrocchiale per la Santa Messa con la comunità.
[filmato]
 

  2012 - 16ª edizione
Dalla Chiesa Cattedrale di Mantova, San Pietro apostolo - km 190 con 60 tedofori - Partenza in pianura, stavolta, nel Duomo intitolato proprio come la nostra Parrocchia, dove la fiaccola è stata accesa da Mons. Roberto Busti; dopo il suo caloroso saluto e augurio di buona continuazione, via per Castglione delle Stiviere per la prima sosta e visita al Santuario di San Luigi Gonzaga (il nostro oratorio...), quindi via per Manerbio fino a Orzinuovi per la cena. Ripartenza per Pandino e San Donato Milanese per arrivare a San Pietro all'Olmo dopo l'attraversamento di Milano

2011 - 15ª edizione
Dal Santuario del Bambino di Praga (Arenzano, presso Genova) - km 196 con 69 tedofori. - Fondato dai Carmelitani Scalzi, il Santuario custodisce una copia dell'immagine in legno e cera risalente al XVI secolo custodita a Praga (una delle prime immagini del Bambino da solo). Dal Santuario la nostra fiaccola ha subito scollinato attraverso il Passo del Turchino (mt. 672) verso Capanne di Marcarolo (sosta), poi Novi Ligure (seconda sosta) e Rivanazzano per la cena (insieme a don Stefano). Poi per Bressana Bottarone (nuova sosta), Motta Visconti e infine a San Pietro con la comunità.
 

  2010 - 14ª edizione
Dal Santuario Sacro Monte di Belmonte (nel Canavese, in Piemonte) - km 163 con 56 tedofori - Dai 727m. del Santuario (dal 2003 patrimonio Unesco) posto in vetta ad un colle isolato, con le sue 13 cappelle della Via Crucis (la 14ª è inglobata nel convento); nel meraviglioso panorama la fiaccola è scesa fino a Strambino per la prima sosta, poi a Salussola e quindi Gattinara, nel Novarese, per la cena del gruppo. Ripartenza verso Barengo (sosta) quindi Galliate e conclusione a San Pietro, con la consueta sosta al cimitero e Santa Messa in chiesa parrocchiale.

2009 - 13ª edizione
Dal Santuario San Paolo della Croce di Ovada (Alessandrino) - km 156 con 57 tedofori - Accesa presso il modernissimo (1988) Santuario dedicato al fondatore del Passionisti (ovadese) la fiaccola ha preso la via per Gavi (prima sosta), poi Mandrogne per arrivare all'oratorio di Castelnuovo Scrivia per la cena; nuovo via verso Scaldasole, Motta Visconti e arrivo a San Pietro per la Santa Messa con la comunità.
 

  2008 - 12ª edizione
Dalla Santuario di Oropa (nel Biellese) - km 159 con 55 tedofori - Discesa dai 1159 metri del Santuario dedicato alla Madonna Nera fino a Mosso per la sosta, poi verso Borgosesia con cena all'oratorio San Paolo della Parrocchia Santi Pietro e Paolo; nuova partenza della fiaccola verso Gozzano, Bogogno e quindi Nosate per l'ultima sosta e da qui verso San Pietro all'Olmo.

2007 - 11ª edizione
Dal Santuario di San Romedio a Sanzeno (Trentino) - km 274 con 78 tedofori (il percorso più lungo affrontato sinora) - Non molto noto e dedicato ad un anch'esso poco noto eremita del IV secolo il santuario è costituito da ben cinque chiese costruite nel corso dei secoli. Singolare compagnia della nostra fiaccola, subito dopo la partenza, è stato un orso che gironzolava nei pressi del Santuario; salutato (si fa per dire) l'orso la fiaccola si è avviata verso Dimaro, Madonna di Campiglio per raggiungere e costeggiare il Lago di Idro e arrivare a Gavardo per la cena di tedofori e accompagnatori; poi via di nuovo, verso Bagnolo Mella e San Donato-Metanopoli e, dopo l'attraversamento di Milano, conclusione a San Pietro per la consueta festa.
 

  2006 - 10ª edizione
Dall'Abbazia di San Colombano, a Bobbio (nel Piacentino) - km 160 con 53 tedofori - Partita dall'abbazia la cui origine si fa risalire proprio al grande monaco missionario irlandese (poi venuto in mezzo a noi) la fiaccola ha fatto la prima sosta a Ottone, poi verso Cabella Ligure e quindi Novi Ligure per la cena; ripartenza per Tortona, Pieve del Cairo, Mortara.,Abbiategrasso e quindi conclusione a San Pietro con l'incontro con la nostra comunità per la Santa Messa in chiesa parrocchiale.

2005 - 9ª edizione
Dalla Chiesa Collegiata di San Secondo (Asti) - km 152 con 61 tedofori - Dalla basilica dedicata al Santo Patrono della città di Asti, via con la fiaccola fino al Lago di Codana per una sosta a Montiglio Monferrato, poi Sulpiano, Pontestura e infine Vercelli, per la cena presso il Collegio dei Salesiani; nuova breve sosta a Trecate e via verso San Pietro per la festosa conclusione.
 

  2004 - 8ª edizione
Dal Tempio della Fraternità, Cella di Varzio (Oltrepò Pavese) - km 142 con 69 tedofori - Fraternità invocata da un Cappellano Militare, reduce dalle brutture della guerra, che ha utilizzato proprio molti ordini (il Fonte Battesimale è ricavato da un cannone della corazzata Andrea Doria); e quella fraternità l'ha simbolicamente portata in giro la nostra fiaccola, verso Pregola e Varzi (brevi soste), poi in direzione Rivanazzano per la cena e dopo verso Bressana Bottarone per seguire in direzione Motta Visconti, ultima tappa prima di San Pietro.

2003 - 7ª edizione
Dal Santuario della Madonna di San Luca (Bologna) - km 268 con 85 tedofori - Madonna "di San Luca" perché tradizione vuole che l'immagine della Madonna venerata nel Santuario sia proprio di Luca Evangelista; dai 300 metri del colle della Guardia che domina Bologna, la fiaccola, dopo aver percorso i 3,5 km di porticato (patrimonio Unesco e il più lungo al mondo) ha attraversato Bologna in direzione di San Donino per la prima sosta, poi via  per Reggio Emilia dove la spedizione ha cenato presso l'oratorio Santa Croce. E poi via in direzione di Castelguelfo e successivamente a Pontenure. Dopo quella sosta, rotta verso Secugnago e con una corposa tratta la fiaccola è infine giunta a San Pietro.
 

  2002 - 6ª edizione
Dal Santuario Madonna della Guardia, Genova - km 159 con 75 tedofori - Il monte si chiama Figogna ma era una "guardia" nel senso di vedetta, ed è lì che la Madonna apparve ad un pastore (Benedetto Pareto - 1490) i cui due figli eressero il primo Santuario. Accesa nell'attuale complesso, carissimo ai Genovesi, la nostra fiaccola  ha presto scollinato al Passo del Turchino (mt. 672) raggiungendo Capanne di Marcarolo per la sosta e poi, attraversato Voltaggio, cambio volante presso il casello autostradale di Serravalle e via per Tortona per la cena presso l'oratorio San Luigi di don Orione. Dopo l'attraversamento di San Nazzaro de' Burgondi la spedizione è arrivata all'oratorio della parrocchia Cristo Re a Vigevano e da qui a San Pietro, con breve visita al cimitero prima della conclusione in chiesa. Sarà una costante per tutte le edizioni successive, in memoria di un ragazzo che - pur desiderandolo fortemente - non aveva potuto partecipare alla fiaccolata per una malattia che poi lo ha portato via (2001).

2001 - 5ª edizione
Dall'Abbazia di Novalesa (Valsusa, Piemonte occidentale) - km 184 con 75 tedofori - Fiaccola accesa nell'antica (VIII) abbazia benedettina carica di storia, poi verso Novaretto per una prima sosta, poi verso l'oratorio della parrocchia Santa Caterina da Siena in Torino per la cena. Di nuovo ci si muove in direzione di Vercelli, con sosta a Cigliano. Dopodichè via per Vercelli (sosta) e Trecate, Magenta, Vittuone, Bareggio e arriviamo a San Pietro per la Santa Messa con la comunità
 

  2000 - 4ª edizione, nell'Anno Giubilare
Dal Santuario di San Luigi Gonzaga, Castiglione delle Stiviere - km 160 con 72 tedofori - Fiaccola accesa nel Santuario dedicato proprio al Santo (nativo di qui) cui è intitolato anche il nostro oratorio, da dove i tedofori raggiungono Gottolengo per una prima sosta, per raggiungere poi l'oratorio della parrocchia San Bernardo, a Cremona, per la cena. Ripartenza per raggiungere Codogno e poi proseguire per Santa Cristina e Bissone (altra sosta) poi alla Certosa di Pavia e quindi San Pietro.

1999 - 3ª edizione
Dal Santuario della Madonna del Sangue, Re (Val Vigezzo, Piemonte settentrionale) - km 140 con 61 tedofori - L'affresco che, secondo la tradizione, sanguinò perché colpito da una sassata (1894) si chiamava però "Madonna del Latte", e lì presso è stata accesa fiaccola poi portata a Cuzzego (sosta) e da lì a Gravellona Toce presso la parrocchia di San Pietro per la cena del gruppo. Da Gravellona Toce la fiaccolata ha poi raggiunto Gozzano e successivamente Suno, Castano Primo per concludere in festa nella nostra chiesa parrocchiale.
 

  1998 - 2ª edizione
Da Colle Don Bosco (Astigiano) - km 130 con 55 tedofori - Luogo natale di San Giovanni Bosco (la foto a fianco la casa natale) e luogo ideale per accendervi la fiaccola dell'oratorio che in breve ha raggiunto Cunico per una breve sosta per poi arrivare a Moncalvo per la cena. Ripartenza verso Casale Monferrato e successivamente Castello D'Agogna, poi, costeggiando Vigevano, i tedofori hanno raggiunto Abbiategrasso e dalì San Pietro.

1997 - 1ª edizione
Dalla Basilica di San Antonio di Padova (Padova) - km 240 con 62 tedofori - È da una delle più celebri Basiliche, dedicata al grande Santo portoghese (ma solo per nascita) che è partita la prima fiaccolata del nostro oratorio. Accesa sul sagrato, la fiaccola si è mossa verso Soave, nel Veronese, per raggiungere la Parrocchia Beato Angelico in Peschiera del Garda per quindi arrivare a Montichiari. Ripartenza della fiaccolata verso Orzinuovi e, dopo aver attraversato Nosadello, arrivo a Metanopoli e quindi, dopo aver attraversato anche Milano nella nostra chiesa per la Santa Messa conclusiva.
 

    @ Referente        @ Segreteria dell'oratorio        ◄home dell'oratorio►    

Segreteria dell'oratorio: *** CHIUSURA TEMPORANEA *** (la mail è attiva)


(pag. 30150) - invio alla redazione di segnalazioni su questa pagina -
www.comunitasantiapostoli.it/fiaccolate/sanpietro/fiacc_sp_storia.asp