Parrocchia San Pietro apostolo in San Pietro all'Olmo
Parrocchia Santi Giacomo e Filippo in Cornaredo
Consiglio Pastorale della Comunità Pastorale

- calendario per il rinnovo -
Consigli di Comunità e parrocchiali
- 20 ottobre 2019 -

  [i componenti]    [di che si tratta]    [il calendario]    [invito a candidarsi]    [questa pagina in PDF]  


* Dopo la verifica del sessennio 2013-2019 mercoledì 26 giugno è stata costituita la Commissione elettorale composta da: Carrettoni Alessandra, Maggioni Elio, Sangalli Silvia, Trabacca Giuseppina.
* Ai sacerdoti è possibile presentare la propria disponibilità per essere membro del CPCP.
Possono essere membri dei consigli coloro che, avendo completato l’iniziazione cristiana, abbiano compiuto 18 anni ai 61e oltre… e siano canonicamente domiciliati nella parrocchia o in una delle parrocchie costituenti la comunità pastorale oppure risultino operanti stabilmente in essa.
I singoli consiglieri possono essere eletti o nominati anche più volte di seguito, ma vale per tutti i consigli quanto stabilito dal Sinodo per il CPP: «la comunità parrocchiale favorisca in ogni nuova composizione 12 una intelligente e opportuna alternanza dei suoi membri» (cost. 147, § 4): «va garantita la continuità, ma anche il ricambio, dei membri del consiglio» (cost. 147, § 3).
Si prevede che i singoli consiglieri pastorali possono essere eletti o designati per non più di due mandati consecutivi, mentre si prevede che i consiglieri per gli affari economici possano essere nominati per non più di tre mandati consecutivi. Il computo del numero dei mandati, per gli organismi delle comunità pastorali, non tiene conto dei mandati precedentemente svolti a livello parrocchiale.
I membri dei consigli (compresi quelli di diritto) si distingueranno per vita cristiana, volontà d'impegno, capacità di dialogo e conoscenza dei concreti bisogni della comunità cristiana e devono essere «qualificati non solo da competenza ed esperienza, ma anche da uno spiccato senso ecclesiale e da una seria tensione spirituale, alimentata dalla partecipazione all'Eucaristia, dall'assiduo ascolto della Parola e dalla preghiera» (cost. 134, § 2, lett. g).
Si preoccuperanno del bene dell'intera comunità, evitando lo spirito di parte o di categoria, dal momento che nessun vincolo di mandato esiste tra concreti elettori e membri dei Consigli.
I consiglieri degli organismi di comunità pastorale, benché appartenenti a una determinata parrocchia, rappresenteranno sempre la comunità pastorale nel suo complesso.
Requisito del tutto ovvio e peraltro assolutamente irrinunciabile è la piena comunione con la Chiesa non solo negli elementi fondamentali della professione della stessa fede, dei sacramenti e del riconoscimento dei sacri pastori (cf. can. 205), ma anche nelle indicazioni autorevoli, dottrinali e pratiche, del momento concreto (circa le situazioni familiari non conformi all’insegnamento della Chiesa si veda quanto previsto dal cap. VIII dell’esortazione apostolica Amoris laetitia).
Si considerano incompatibili con l’ufficio di consigliere le seguenti cariche politiche e amministrative: la guida di una formazione politica; l’essere parlamentare europeo o nazionale; il rivestire l’incarico di consigliere regionale o consigliere provinciale; l’essere assessore o sindaco.
È inoltre incompatibile con la carica di membro di un consiglio parrocchiale o di comunità pastorale la carica di consigliere comunale, se relativa al comune della parrocchia o a uno dei comuni facenti parte della comunità pastorale.
Quanti rivestono tali cariche non possono pertanto candidarsi né essere nominati membri dei consigli parrocchiali o di comunità pastorale e, se già consiglieri nel momento in cui assumono una di queste cariche, devono presentare le dimissioni.
Per quanto riguarda i consiglieri che si candidano a una carica amministrativa o politica, l’invito è all’autosospensione dal consiglio, cui farà seguito la rinuncia all’incarico solo nel caso di effettiva assunzione di una delle cariche sopra elencate come incompatibili.
Il parroco della comunità pastorale si rende garante che non entrino nel CPP o nel CPCP persone che non abbiano i requisiti suddetti. Tale verifica va fatta previamente sulle liste dei candidati, a cura dello stesso parroco della comunità pastorale.
Per quanto riguarda i membri dei consigli per gli affari economici (CAECP e CAEP), si aggiunge quanto stabilito dal Sinodo, che deve essere fedelmente osservato: «i consiglieri devono distinguersi per integrità morale, essere attivamente inseriti nella vita parrocchiale, capaci di valutare le scelte economiche con spirito ecclesiale e competenza professionale. Non possono essere congiunti del parroco [o del responsabile di comunità pastorale – n.d.r] fino al quarto grado di consanguineità o di affinità, né avere in essere rapporti economici con la parrocchia o ricoprire incarichi incompatibili con la loro funzione» (cost. 346, § 2).
  • Presentazione delle liste: domenica 13 ottobre.
  • Elezioni: domenica 20 ottobre (a partire dalla Messa vigiliare).
  • *Costituzione del nuovo Consiglio Pastorale: entro domenica 10 novembre.
  • Presentazione alla Comunità dei nuovi Consigli: domenica 10 novembre.
  • Comunicazione alla Cancelleria dei nominativi dei nuovi Consigli Pastorali e per gli Affari Economici: entro fine novembre.

  •  
    da ''InCammino Insieme'' n. 26 del 30 giugno 2019
     
     


        @ Parrocchia di Cornaredo        @ Parrocchia di San Pietro    

    SEGRETERIE DEGLI ORATORI:
    - CORNAREDO - ***** CHIUSURA ESTIVA *****
    - SAN PIETRO - ***** CHIUSURA ESTIVA *****

    marzo 2019 (pag. 40589) - invio alla redazione di segnalazioni su questa pagina -
    www.comunitasantiapostoli.it/bac/bac_190630cpcp.asp
     
    gr. 4949